Content Marketer, Ludovica De Luca: il lucido candore di chi nuota | Intervista

Web Writer e Blogger fra le più tenaci. Si slancia con “valore” e sensibilità nel mondo di quei freelance contemporanei che si sono costruiti una professione senza aver mai inviato un curriculum. AstrOccupati intervista Ludovica De Luca


Andrebbe pronunciata sempre ad alta voce, la vita. Ad alta voce la propria verità, ad alta voce le insicurezze, ad alta voce la direzione degli occhi, le ombre che ci tagliano ma che comunque sono necessarie per vedere – siamo complessi. Ad alta voce gli errori, gli abbandoni e il percorso scelto, ad alta voce i dubbi. Ecco, i dubbi soprattutto. Siamo umani

Per questa ragione, noi di AstrOccupati, proponendoci di inseguire la vita interiore dei Lavoratori, di difenderla dall’invisibilità e dall’indifferenza della Realtà di oggi, sempre più egotica, caotica e bugiarda, scegliamo di dare risalto alla tenacia e alla perseveranza: perché sappiamo che sono il risultato faticoso di una scelta molto faticosa. E perché siamo convinti che, in ogni caso e al di là di certi vuoti consigli, la tenacia e la perseveranza provengono da una volontà che si esercita costantemente per non cedere alle proprie ombre e al resto. Già, il resto. Già: non cedere a quel resto.

Sì, perché tra una promessa e l’altra non mantenuta della nostra classe dirigente, veniamo dipinti come Lavoratori soggiogati dalla “crisi” (tra le altre cose, usano il termine in un’accezione negativa), e invece, stai a guardare e in “crisi” sono proprio loro: ciechi, non vedono, e quindi non sostengono come-si-deve, quell’Italia sveglia e creativa, l’Italia dei Lavoratori accesi, coraggiosi, festosi e liberi, “Individui” che hanno deciso di smettere di nascondersi, di aggirare il lamento slanciandosi nel Presente: sfidano i pregiudizi e le discriminazioni subite nel mondo della ricerca del Lavoro e ricominciano a studiare, ad acquisire nuove competenze o ad approfondire le nuove direzioni di quelle che possiede già. Cambiano lavoro, ne fanno cento anche se non coincidono con la propria formazione, avviano attività, aprono la partita Iva, costruiscono la propria professionalità come freelance rischiando tutto. Tutto. Ci vuole perseveranza, ci vuole volontà, motivazione e spirito di sacrificio – ci vuole disperazione – ma anche una grossa dose di fiducia, di intraprendenza, attrazione per la sfida e ottimismo. E di generosità e candore, quelle caratteristiche che abbiamo riconosciuto in Ludovica. 

Ludovica De Luca ha avviato il suo percorso professionale di Content Marketer con il suo blog, un vero e proprio “manuale” sulle tematiche del Web Content Marketing, del Web Writing e del Blogging, ma un manuale fatto proprio come si conviene a chi ha bisogno di consigli seri, chiari, sintetici e professionali – e di schemi, indicazioni, riferimenti e infografiche. Si tratta di uno dei migliori in circolazione sul web. 

Ma come ha fatto Ludovica? Pensa, guarda, impara, leggi, studia, impara, pensa, scrivi, pubblica. E ripeti, ripeti, ripeti, ripeti mille volte tutto il percorso. Ogni giorno. Con la stessa passione, lo stesso rigore. Ludovica ha “attratto” il lavoro così, con la ripetizione costante di un’azione che coincide con il lavoro che desiderava fare: pensare, scrivere, comunicare.
Attenzione però. Perché se è vero che con Ludovica siamo nell’universo del Marketing, è anche vero che con la sua “visione” del lavoro di Content Marketing (lo leggerete nell’Intervista) siamo fuori dalla sfera delle “markettate” di un certo Marketing che svende le vendite, divide invece di CON-dividere, e non crea, non ascolta, non interagisce, ma isola e sospetta. Già. Mentre lavoriamo e siamo imbrigliati, tutti, in un nuovo modo di “fare” il lavoro, sono ancora in molti quelli che vogliono tentare di essere onesti e sostengono, come Ludovica, una ricerca del “valore” inteso non come conteso-blà ma come universo legato alla sfera della Persona – quello che sto comunicando è vero? A chi lo dico e CON chi lo dico? Perché lo dico, perché lo SCRIVO? E la scrittura, che faccenda. Che faccenda enorme quando poi si fa sul web. Perché non si ricorda mai abbastanza che la scrittura non è una, ma infinite, e allora forse a esistere non è “la scrittura” ma è lo scrivere. E che questo movimento ha il sapore, sempre, della fatica del percorrere e dell’irraggiungibilità, non è un bagaglio chiuso di categorie, ma un divenire continuo che procede all’infinito e resta finito, legato a chi lo fa. Resta un tentativo, il più possibile onesto, e l’onestà di aver tentato è l’unica certezza che abbiamo, e quella ci deve bastare.

Ludovica è dentro questa ricerca, dentro questa fatica, e con determinazione. La stessa determinazione che riconosciamo negli scogli duri e struggenti, pieni di slarghi, del (nostro, suo e di chi qui scrive) “Sud”: piede e spirito sempre in bilico tra l’istinto di andare-sfidare-crescere-cambiare-rischiare-andareandareandare avanti-cercareMaiSmettere, e quello di fermarsi-comprendere-approfondire, spingersi fin dentro le cose, un dondolio continuo tra una giovinezza incontenibile e la celebrazione paga della fermata, del sogno. Come fa il mare.
Che poi, i vecchi al piano terra che ci sorridono, i baci e le biciclette dei ragazzi che – li senti? – non smettono di correre, certi nei sulle rughe dei vecchi e i ragazzi col motorino, e le mamme coi grembiuli che gridano dai balconi certi acuti d’amore, uno se li porta dentro per sempre.

AstrOIntervista: Ludovica De Luca

Nome
Ludovica

Ti chiamano
Dipende dalle circostanze e dalle persone. Ricciolidoro è il più intimo dei nomignoli, quello che da quando ero piccola si concedono i miei cari. Gli amici mi chiamano Lu, Ludo, spesso riccia o anche scrittrice, giocando di ironia.

Il tratto principale del tuo carattere
Scovarne uno principale mi vien difficile. E non perché non mi conosca bene, piuttosto perché sono la conciliazione di molti opposti. Sono passionale e riflessiva, istintiva e intima, testarda e comprensiva, precisa e amante della libertà di dire, di fare, di essere.

Il difetto che ti rimproveri
Spesso sono eccessivamente testarda e rigorosa. Con me stessa, soprattutto.

Il difetto che ti rimproverano 
Il medesimo. Sono eccessivamente testarda e rigorosa. Chi me lo rimprovera? Chi meglio mi conosce, la mia famiglia.

Cosa ti appassiona davvero nella vita, cosa ti anima
Mi appassiona la vita, il fare, l’essere, il sentire, l’andare, l’avventura, le emozioni. Vivo tutto con tutta me stessa, sempre, perché credo che abbiamo il dovere di onorare il tempo che ci è concesso. Per questo non lo spreco, dormo poco e vivo intensamente.
E poi c’è un amore passionale lì pronto a scaldarmi ogni giorno, quello per la scrittura, con la sua aperta intimità. Nulla di più affascinante: quando scrivi scavi dentro te stesso, sfogli le pagine più recondite del tuo libro e le concedi a chi ha voglia di leggerle.
A proposito di questo, voglio farti riflettere con questo post, Corri davanti o insegui?

Il tuo Lavoro 
Mi occupo di comunicazione per il web. Aiuto i brand a raccontarsi in Rete, sfruttando le potenzialità del Content Marketing, quelle dei social network, dei blog, dei siti web, dell’e-mail marketing.
Comunico, osservo, leggo, scrivo. Scrivo tanto, sempre.
Qui ti spiego com’è che ho un lavoro (ed esattamente quello che desideravo) senza aver mai inviato un curriculum.

Il mestiere che sognavi di fare da piccola
La scrittrice. O la giornalista.

Il mestiere che sogni di fare da grande
Il mio.

Quel che ami di più del tuo lavoro
Amo scrivere. La scrittura è racconto intimo ma anche aperto, è catarsi senza sosta, è scrutarti dentro, scovare qualcosa di intimo e di unico e donarlo agli altri. Che sia il tuo rapporto con il mondo, il tuo punto di vista, il tuo modo di vedere, la tua esperienza, le tue emozioni, la scrittura è un dono per te ed è un dono anche per gli altri. Un dono libero e coraggioso.

Quel che detesti e/o ti affatica e/o ti annoia del tuo lavoro:
Una sola situazione fatico ad accettare: quando un cliente è chiuso nelle sue posizioni. Aprirsi al confronto, alle esperienze e alle competenze del professionista a cui ci si affida è fondamentale per godere concretamente dei preziosi vantaggi della Rete sia per quanto riguarda la gestione della Brand Reputation sia per quel che concerne il raggiungimento degli obiettivi di Lead Generation e di Lead Nurturing.

Quel che condanni e cambieresti subito del tuo contesto lavorativo
La competizione fine a se stessa, quella invidiosa, che porta nulla di buono. A nessuno. Non ai professionisti e neppure ai clienti.

La cosa più difficile che hai fatto nella vita
La sto facendo. Non sono ancora giunta alla meta ma ci sto lavorando. È accettare la morte di chi amiamo.

Il tuo ricordo preferito
La mia infanzia. Il periodo certamente più bello della mia vita, in cui tutto era perfetto, non conoscevo il dolore né la mancanza ma solo l’amore e la presenza.

I tuoi eroi. Chi ti ispira profondamente? 
Di eroine ne ho due ed entrambe le ho conosciute di persona. Sono la mia mamma e la mia nonna, donne coraggiose e intraprendenti, testarde e capaci di affrontare remore, timori e preoccupazioni. Donne sorridenti, nonostante tutto. Donne.

La/e qualità che più ami negli altri
Apprezzo molto la sensibilità e la capacità di osservare il mondo, gli altri, la vita da angolature inedite, con punti di vista propri, personali.
Adoro le persone intraprendenti, coraggiose, quelle che non perdono tempo e quello che rischiano.

La persona scomparsa che richiameresti in vita
Mia nonna. Subito.

Il sogno che proprio non ti lascia in pace 
Ho un paio di sogni che sono lì pronti per esser realizzati.
Nessuno dei miei sogni giace nel cassetto perché sono per me obiettivi di vita, ambiziose mete che con azione e sacrificio raggiungerò.
Di quali si tratta? Non te lo dico! 🙂 E non per scaramanzia, ma solo perché preferisco parlare dei fatti, non dei sogni.

L’Italia che vorresti
Vorrei un’Italia più consapevole di chi è e delle ricchezze che custodisce.
E vorrei un’Italia più libera di essere.

L’ultima cosa che fai prima di addormentarti
Penso a chi amo. Che sia qui o che sia Altrove.

L’ultima volta che ti sei emozionata davvero
Qualche giorno fa, in Thailandia. Quando ho realizzato che davvero avevo conquistato uno dei miei sogni.  

Stato d’animo attuale
Sento di essere sulla strada. Sulla MIA strada. 🙂

Le Parole che non ti ho detto: il canto libero di Ludovica

Non sono una sognatrice, non sono un’idealista e non amo fantasticare. Credo che i sogni siano obiettivi di vita, mete ambite che tutti abbiamo la possibilità e il dovere di conquistare. Per esser felici. Ogni giorno.

Perché contattare Ludovica De Luca. Il suo Curriculum vitae, cantato in due versi: i suoi

Web writer e blogger freelance, sedotta e irretita da una biro blu presa in mano quando ancora non avevo neppure tre anni. Da allora molte cose sono cambiate, ma quel che resta di immutabile è la mia incredibile passione per la scrittura. Ogni giorno mi destreggio tra un’esausta tastiera nera, un foglio bianco scarabocchiato da quell’immancabile biro blu e tazze piene di ettolitri di caffè. 
Divertita dalla giostra dei social, studio il web marketing e sono devota ai miei lettori.
Mi trovi su ludovicadeluca.com

Come contattare Ludovica De Luca

Mi trovi su:

Che cosa ci ha insegnato Ludovica: #Consigli per il Lavoro

Cara Ludovica, il Carillon del Salotto di AstrOccupati si è messo a suonare per te certe parole. Confessa, che ci hai insegnato delle cose importantissime.

LA TUA STORIA HA RICORDATO A NOI LAVORATORI AstrOccupati e AstrODisoccupati che è necessario stare nel Presente e cercare di capire in che direzione si sta muovendo il mondo del Lavoro, per tentare così di mescolare quella direzione col nostro obiettivo professionale o di lasciare che certe nuove correnti ci ispirino un obiettivo nuovo.

LA TUA ESPERIENZA CI HA CONSIGLIATO, Ludovica, che è necessario tentare una strada e perseverare, spingere, spingere lavorando sodo. Che sognare è fondamentale, ma disegnando il nostro sogno con concretezza, spirito di iniziativa e strategia. Tentare, in ogni caso, tentare, ma con lucidità, sacrificio e perseveranza.

LA TUA INTERVISTA CI PERMETTE DI RICORDARE ALLA CLASSE DIRIGENTE DEL NOSTRO PAESE che si occupa di legislazione in materia di Lavoro, che noi una nuova utopia ce l’abbiamo in testa già da un po’, tra le idee, nei passi e nella nostra visione del lavoro (la nostra, non la vostra), e che al di là delle difficoltà che ci imbastite tra un filo e l’altro della nostra determinazione, noi cerchiamo di stare lo stesso nel Presente, di lavorare come marinai che accolgono altre acque e tempeste, e al posto di sgomitare come fate voi, cerchiamo di darci da fare per cercare un lavoro, anche se non è il nostro o di fare bene quello che abbiamo; che la fine dell’era del “posto di lavoro” la festeggiamo spesso tra noi come l’inizio di un momento nuovo che un po’ attendevamo (vi stupite?), quel momento acceso e libero in cui la creatività si muove insieme ai treni e all’immaginazione, alla sensibilità e alla caparbia, ai nostri sogni e al nostro impulso sfrenato di vivere, di viverla veramente la nostra vita. Ma dovete sostenerci, e non con le markettate, ma con i fatti: finitela di tassare in modo assurdo e ingiustificato chi vuole “imprendere” in maniera onesta un’attività o un progetto. 

LUDOVICA, PER TE. Ludovica, dopo la tua preziosa Intervista il Carillon del Salotto si è messo a suonare per te questa canzone. Ci auguriamo che tu non perda mai la tua sete. Buon vento, Ludovica. [Ultimo appunto. Abbiamo dimenticato di dirti una cosa davvero importantissima, Ludovica: il caffè è un (amatissimo) problema cronico anche qui sul Pianeta di AstrOccupati…Macchinetta spaziale!].

AstrOReporter: Valentina Chiefa


√ Scopri il PROGETTO di AstrOccupati.
√ Scopri che cos’è il “REPORTAGE NARRATIVO” per AstrOccupati e perché sceglie le Storie per raccontare il mondo dei Lavoratori.
√ Leggi le INTERVISTE di AstrOccupati ai Lavoratori.
√ Leggi i REPORTAGE di AstrOccupati sulla vita interiore dei Lavoratori.
√ Leggi gli ARTICOLI di AstrOccupati sui temi del Lavoro vissuti dai Lavoratori. 
√ Hai bisogno di raccontare la tua Storia o desideri proporci un progettoParlami.


§§§ E a te, AstrOccupato, AstrODisoccupato, quali stimoli e consigli ha lanciato questa Intervista? E ricorda: siamo AstrONavigatori io e te, responsabili, accesi e liberi. So, perché lo so, che i tuoi commenti su questo blog saranno commisurati alle regole del garbo, al fruscio del dialogo, e non alle strade dell’insulto. L’insulto mai, l’insulto no: quello, non ci somiglia per niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...